Indice articoli

 

 

Argomenti che verranno trattati:

 

Contesto ed Ambiente di lavoro

- Introduzione e Legge Regionale 51/09

- Organizzazione interna del personale di una struttura sanitaria;

  La Direzione Sanitaria; Audit e condivisione della gestione

- Architettura e Logistica di un Ambulatorio accreditato

 

Per saperne di più

Presentazione del corso ed Obiettivi: Attività mediche sottoposte ad autorizzazione e ad accreditamento (ambulatori, strutture residenziali); organizzazione e gestione di tutti i componenti, personale e sistemi di valutazione interna; requisiti ambientali ed architettonici per lo svolgimento delle attività

Aspetti informatici

-Informatica 2.0

-Il sito Web

-Social network

-Le applicazioni informatiche in uno studio medico

-La posta e la firma digitale

 

Per saperne di più

Informatica 2.0: Quali sono gli strumenti informatici oggi a disposizione, dal PC allo smartphone; le loro potenzialità ed il loro utilizzo all’interno di uno studio medico

Come sono evoluti nel corso del tempo. Il significato del passaggio dall'informatica 1.0 alla 2.0..

Il sito Web: L'importanza di avere un sito web. La sua struttura e il suo utilizzo. Diversi possibili servizi gestiti attraverso il sito web. La corretta gestione delle informazioni. La gestione delle prenotazioni. La gestione dei documenti. L'importanza della manutenzione e dell'aggiornamento del sito. Cos'è una Newsletter e come si usa. Esempi di siti web di studi medici.

I Social Network: Cosa sono i Social Network. Quali SN possono essere utilizzati in uno studio medico. Gestire la Comunicazione attraverso l'uso dei Social Network. Come funziona Facebook. La Comunicazione corretta e il problema della gestione di informazioni "sensibili" e della privacy. I rischi di uno scorretto uso dei Social Network.

Le applicazioni informatiche un uno studio medico: I programmi in uno studio medico. I programmi che accompagnano le varie fasi del lavoro. La gestione della prenotazione, dell'Accettazione, della Cartella Medica, dalla dimissione al termine della prestazione medica. Gestire l'archivio informatico. Fare interrogazioni sull'archivio.

La posta e la firma digitale: Come funziona la posta elettronica. Gli indirizzi e- mail. La gestione delle mailing list. Catalogare la posta e la gestione di diversi archivi di mail. La gestione delle mail indesiderate e delle spam. Cos'è la posta certificata e a cosa serve. Come si ottiene un indirizzo di posta certificata. Cos'è la firma digitale. Come funziona e a cosa serve la firma digitale. Utilizzo della firma digitale.

 

Aspetti Normativi e Legali

-La cartella clinica

-Le modalità corrette di archiviazione

-Il consenso informato

-La gestione dei dati sensibili alla luce delle Regole del Garante

-Cartella clinica: come evitare di incorrere in reati di falso: esame casi pratici

-Presentazione di casi pratici, commissivi ed omissivi

 

Per saperne di più:

La Cartella Clinica: Definizione cartella clinica e cartella infermieristica. Natura giuridica e loro corretta compilazione. Diritti dei cittadini e loro utilizzo. Rapporti con il segreto d’ufficio ed il segreto professionale. Consultazione cartella clinica in presenza di un giudizio civile e/o penale. Cartella clinica come atto pubblico di fede privilegiato: modalità particolari del diritto di accesso. Richiesta cartella clinica e di altri documenti sanitari: elementi essenziali dell’atto di delega. Soggetti legittimati all’accesso.

Natura giuridica della cartella clinica come atto pubblico. Disamina art. 357 cp: nozione di pubblico ufficiale. Disamina art. 476 cp: falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici. Disamina art. 479 cp: falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici. Rilevanza penale della cartella clinica sotto il profilo della falsità ideologica e della falsità materiale. Giurisprudenza in tema di falsità della cartella clinica. Verranno analizzate singole e specifiche pronunce giurisprudenziali.

Forma del consenso: Definizione ed Analisi dei casi di urgenza. Mancato consenso e responsabilità civile. Responsabilità penale. Analisi del vademecum per la corretta protezione della riservatezza nella sanità pubblica. Pronto soccorso. I dati ed il web. Analisi delle regole fissate dal Garante.

 

Aspetti Relazionali e Comunicativi

-Cos’è la comunicazione

-Saper parlare non significa comunicare

-Linguaggio e comunicazione non verbale

-Dinamiche e ostacoli della comunicazione

-Comunicazione e dinamiche di gruppo

-L’ascolto

 

Per saperne di più:

Saper Parlare non significa comunicare: Vi è una sorta di convinzione diffusa che, una volta appreso a parlare, la comunicazione sia una questione di carattere, visto che appare una cosa abbastanza semplice e spontanea. Invece, non soltanto le abilità comunicative possono svilupparsi lungo tutto l'arco della vita, ma lo sviluppo più significativo può intervenire proprio nella maturità. Durante questo percorso impareremo, attraverso molti esempi concreti, che comunicare con gli altri è un meccanismo complesso

I segnali non verbali  I gesti, il tono della voce, la mimica del volto, che usiamo per accompagnare le nostre parole meritano grande attenzione, poiché influenzano in modo rilevante la qualità della comunicazione stessa e della relazione.

Dinamiche ed ostacoli della comunicazione: Quando abbiamo a che fare con gli altri è più facile di quel che si pensi rimanere intrappolati in meccanismi capaci di sabotare l’esito e la qualità dell'interazione e ciò è estremamente negativo in ambito lavorativo. In particolare affronteremo, con esempi e consigli operativi, come dire le cose anche scomode, come “andare oltre le parole” e come non lasciarsi influenzare dai pregiudizi.

L’Ascolto: Capiremo, inoltre, le modalità più opportune per comunicare ed ascoltare efficacemente l’altro, in modo da non creare malintesi e tensioni e dare la possibilità all’altro di esprimersi; proprio perché il rischio maggiore nell’ascoltare è quello di interpretare, di comprendere “qualcosa di simile” o “credere” di comprendere. Analizzeremo, infine, le caratteristiche e le difficoltà del lavorare in gruppo.